Grecia 🇬🇷

Culla della civiltà antica occidentale e territorio baciato dagli dei, la Grecia vanta attualmente ben 17 siti nella lista dei Patrimoni dell'Umanità e per altri otto attende la valutazione da parte dell'Unesco. Nella difficile selezione, abbiamo provato a mantenere un equilibrio tra isole greche e parte continentale. Molto, ovviamente, è rimasto fuori, a cominciare dalla magia del Monte Olimpo, "la casa degli dei", dalla città fortificata di Mistra e dai siti archeologici dell'isola di Samos, il Pythagoreion e l'Heraion. Ci sarà tempo di rimediare. Tanto anche a voi non basterà un solo viaggio!
Ecco le cose migliori da vedere:
*1. L'Acropoli e il suo museo, ad Atene*
Patrimonio Unesco dal 1987, l'Acropoli di Atene è il simbolo della Grecia nel mondo, identificato nell'immaginario comune, con la facciata del Partenone che domina la città. Edificato sopra una collina sacra e dedicato alla dea Atena, l'Acropoli include anche il Tempio di Atena Nike, l'Eretteo e i Propilei, risalenti al V secolo a. C..
Oltre al sito archeologico, vale la pena visitare il Museo dell'Acropoli, dove si possono ammirare alcune delle preziosissime sculture conservate nel tempo.
*2. Monasteri del Monte Athos*
La penisola orientale della regione Calcidica, il monte Athos, Patrimonio Unesco dal 1988, ospita 20 monasteri e circa 1500 monaci ortodossi. Alla magia dei monasteri, dislocati in diversi punti strategici del territorio e realizzati secondo diversi stili architettonici, si aggiunge il valore del patrimonio storico e artistico conservato, tra antichi affreschi, manoscritti e icone.
Putroppo, da più di 1000 anni, la visita al Monte Athos è proibita a donne e bambini.
*3. Le Gole di Samaria*
Un percorso emozionante, a breve distanza dalla città veneziana di Chania a Creta, è quello che si snoda lungo i 18 chilometri delle Gole di Samaria per terminare sul mare. Impressionanti pareti rocciose tra cui sibila il vento, boschi, pinete, torrenti dipingono un paesaggio intenso, che culmina nelle Sidheresportes - le Porte di Ferro.
4. *Meteora*
Nella Tessaglia nordoccidentale, a Meteora, si disvela uno degli spettacoli più grandiosi che natura e uomo abbiano creato: su falesie di arenaria, dall'aspetto di vere e proprie torri di roccia, spuntano, infatti, alcuni monasteri ortodossi, che fanno della zona la seconda meta di pellegrinaggio dopo il Monte Athos. Dei 24 monasteri di un tempo, solo sei oggi sono recuperati e abitati. Anche Meteoria è, naturalmente, Patrimonio Unesco.
5. *Sito archeologico di Delfi*
Nel bel mezzo del Paese non poteva che trovarsi il centro della Grecia antica, Delfi, un tempo luogo di culto del dio Apollo. Situata ai piedi del monte Parnaso, oggi Delfi è un sito archeologico composto dal tempio eretto in onore del più celebre degli oracoli, lo stadio dei giochi pitici, del V secolo a.C., e un teatro, di epoca romana.
6. *Oia a Santorini*
Un'icona delle isole greche. Le case bianche arrampicate sul pendio, le cupole blu splendente, i mulini a vento, le scalinate a picco sul mare compongono un paesaggio tanto bello da sembrare irreale. Meravigliosa la vista dall'alto sulla baia e sul cratere del vulcano che ha dato origine all'isola.
7. *Sito archeologico di Micene e Tirinto*
90 km a sud ovest della capitale, nella piana di Argo, s'incontra il sito archeologico di Micene e Tirinto, Patrimonio Unesco dal 1999. Qui gli scavi rinvennero alcuni dei più importanti reperti antichi, che testimoniarono come Micene fu tra le principali roccaforti militari del secondo millennio a.C.: la Porta dei Leoni, il palazzo reale, la tomba di Agammennone e di altri re, i resti della città di Tirinto. Parte del tesoro ritrovato a Micene è oggi al Museo archeologico nazionale di Atene.

La visita regala anche uno splendido panorama sul Golfo Saronico, oltre alla possibilità di visitare la vicina Argos e il più distante canale di Corinto.
8. Sito archeologico dell’Epidauro
Cittadina dell'Argolide, Epidauro si affaccia sulla baia di Metana, nel Peloponneso. Il suo sito archeologico, dichiarato Patrimonio Unesco nel 1988, è noto soprattutto per il tempio dorico del dio Asclepio e per il maestoso e famosissimo teatro del 360 a.C., realizzato da Policleto il Giovane e tutt'oggi sede di spettacoli ed eventi.
9.  *I quartieri antichi di Corfù*
Il salotto elegante delle isole greche è un concentrato di arte e storia. I bei palazzi veneziani imprimono il proprio carattere alla città vecchia, ricca di tracce inglesi, francesi e bizantine. Piacevole la passeggiata fra cappelle, botteghe e antiche dimore. Da visitare il Palazzo Reale, i musei archeologico e bizantino, le fortezze veneziane, la piazza del Municipio, la chiesa di Agios Spiridonas.
10. Chora a Patmos
Nella piccola isola incantata del Dodecaneso, la cittadina di Chora è una meta imperdibile, con le candide stradine disseminate di chiesette e cortili fioriti. Da vedere l'imponente monastero di San Giovanni, nel punto più alto dell'abitato, il monastero dell'Annunziata, le chiese di Agios Fokas e Agia Ekaterini, la Grotta dell'Apocalisse, dove la tradizione vuole che San Giovanni il Teologo abbia udito la voce di Dio.



Commenti

Post popolari in questo blog

Parco Nazionale delle Cinque Terre

La casa natale di Luigi Pirandello.

Sevilla