Gela 🇮🇹 ❤️

Cose da vedere a Gela in un Weekend
1 - Duomo di Gela
Il Duomo di Gela, conosciuto anche con il nome di Chiesa Madre è ovviamente il sito religioso più importante e significativo della cittadina dedicato a Maria Ss. Assunta in Cielo. Questa struttura è derivata dalla precedente e primitiva Chiesa di Santa Maria de' Platea, dalla quale ha mantenuto lo stile architettonico è neoclassico in perfetta sintonia con le altre attrattive del centro storico. Il suo esterno presenta statue e colonne, due iscrizioni religiose, un ingresso principale e altri due secondari sui lati mentre all'interno si trovano ampie navate, un grande organo, diverse opere d'arte e ornamenti dorati sul soffitto.
2- Chiesa di Sant'Agostino

La Chiesa di Sant'Agostino è la più antica Chiesa di Gela e la seconda più visitata. Risale infatti al 1439 quando venne costruita in onore di San Giuseppe con annesso convento. Come il precedente Duomo di Gela, anche la Chiesa di Sant'Agostino rispetta lo stile neoclassico che domina la cittadina, con la sua facciata esterna sopra la quale si erge una statua di San Giuseppe e ancora più in alto la cella campanaria. All'interno invece è presente un'unica navata, diverse colonne, l'acquasantiera in marmo del 1541 e vari dipinti del '700.
3-Mura Timoleontee di Caposoprano

Le Mura Timoleontee sono conosciute anche come fortificazioni greche di Gela e rappresentano un importantissimo sito archeologico che testimonia la strategia difensiva che accerchiava tutta la collina sulla quale sorgeva l'antica città greca di Gela, anche se quest'ultima venne comunque distrutta interamente nel 282 a.C. Attualmente le mura costituiscono un grande parco situato tra la zona moderna di Gela e la costa, dopo la casuale scoperta da parte di un contadino che aveva acquistato quel terreno coperto di dune di sabbia per farne un orto mentre poi si accorse che nel suolo si nascondeva molto di più.
4-Acropoli di Gela
Le Acropoli di Gela sono conosciute anche come Acropoli di Molino a Vento e costituiscono l'area nella quale sorgeva la primissima cittadina di Gela. Al suo interno vi sono infatti le tracce di un antico villaggio risalente all'età del bronzo antico che al tempo era formato da capanne delle quali ovviamente oggi ne rimangono i resti insieme a innumerevoli tombe di pietra, templi arcaici, diverse colonne ed una grande platea. Tale villaggio fu in seguito conquistato dai greci provenienti da Rodi e Creta comandati da Antifemo ed Entimo che si espansero in tutto l'area che oggi è occupata dalle cosiddette Acropoli di Gela.
5- Il Lungomare Federico II di Svevia è una lunghissima e suggestiva via che affianca tutta Gela, permettendovi di fare una passeggiata duratura e nel frattempo ammirare il bellissimo mare che bagna la spiaggia di Gela. Durante il percorso camminerete tra palme e strutture turistiche ma purtroppo la struttura in sé lascia un po' a desiderare poiché spesso trascurata e non curata come meriterebbe. Tuttavia, nonostante questo, rimane uno dei punti più belli della città. Molto apprezzabile anche la Spiaggia di Gela, dove grandi e piccini possono rilassarsi e fare il bagno.

Infine, Biviere di Gela è un lago molto grande nei pressi di Gela nella cui zona settentrionale si estende questa bellissima riserva naturale orientata che ospita diverse specie di uccelli e una grossa quantità di piante mediterranee. Tra le piante presenti dominano il timo ed il rosmarino, mentre in primavera iniziano a crescere anche molte orchidee selvatiche. Quanto alle specie animali invece, la lista è decisamente più lunga ma ad esempio potrete osservare fischioni, codoni, mestoloni, marzaiole, moriglioni, morette tabaccate, aironi (tra i quali bianchi, rossi e cenerini), garzette, sgarze ciuffetto, upupe e falchi di palude. La riserva è inoltre molto completa di servizi, quali il parcheggio all'ingresso, aree attrezzate, guide turistiche, sentieri ben battuti e attrezzature di vario genere.

Commenti

Post popolari in questo blog

Parco Nazionale delle Cinque Terre

La casa natale di Luigi Pirandello.

Sevilla